whatshot In evidenza: Il Cinema Ritrovato

Cinema Ritrovato 2017: “Monterey Pop”

Girato in 16mm su delle allora modernissime macchine da presa maneggiate, per le riprese, da non più di cinque operatori, il film del regista, premio Oscar alla carriera, D. A. Pennebaker ci trasporta all’interno del Monterey Pop Festival, svoltosi in California dal 16 al 18 giugno 1967 e che vide la partecipazione di artisti come Jimi Hendrix, Janis Joplin, Simon & Garfunkel, i Jefferson Airplanes e i Who solo per citarne pochi, acclamati da una folla di più di 55.000 persone.

Sguardi giovani su “Johnny Guitar”

Come ogni anno al Cinema Ritrovato ospitiamo gli articoli di giovanissimi critici under 18 che affrontano per la prima volta visioni in sala di film della storia del cinema. Dai loro sguardi giovani, spesso sorprendenti, scaturiscono osservazioni inedite e spontanee, oltre che forme di scrittura promettenti, pronte ad essere coltivate per il futuro. 

Cinefilia Ritrovata 2017: “Sangue sulla Luna”

Il film racconta la parabola di Jim Garry, mercenario disilluso che viene assoldato dal potente mandriano, e vecchio conoscente del protagonista, Tate Riling per aiutarlo a strappare, con tutta la forza necessaria, i capi d’allevamento del rivale Lufton. Però, innamoratosi della figlia di Lufton e avendo compreso la disgustosa meschinità di Riling, Garry deciderà, anche per redimersi da errori passati, di passare dalla parte di Lufton, combattendo per la libertà e la giustizia.

Cinema Ritrovato 2017: “Il ribelle di Algeri”

Come ogni anno al Cinema Ritrovato ospitiamo gli articoli di giovanissimi critici under 18 che affrontano per la prima volta visioni in sala di film della storia del cinema. Dai loro sguardi giovani, spesso sorprendenti, scaturiscono osservazioni inedite e spontanee, oltre che forme di scrittura promettenti, pronte ad essere coltivate per il futuro. 

Cinema Ritrovato 2017: “Scarface”

Scarface è una pellicola fondamentale, con un disperato bisogno di essere riscoperta sia per la sua funzione di precursore per tutti i film che anche oggi si cimentano nello stesso argomento sia per la sua lucidità e strabiliante modernità nel trattare questo altresì complicato tema, non risparmiandosi, fin dalle prime parole che scorrono sullo schermo, una violenta critica non tanto ai malviventi stessi, quanto all’incapacità del governo e delle istituzioni di affrontare e risolvere un problema di così grande gravità.