Archivio

filter_list Filtra l’archivio per:
label_outline Categorie
insert_invitation Anno
whatshot Argomenti
person Autore
remove_red_eye Visualizza come:
list Lista
view_module Anteprima

“L’île de Mai”, un documento per il Cinema del ’68

L’île de Mai di Jacques Kébadian e Michel Andrieu è un vero e proprio documento storico, unico e straordinario, frutto di un cinema inteso come “arma della cultura”. Utilizzando come fonti autentiche filmati amatoriali di giovani cineasti, coinvolti fisicamente negli scontri, a faccia a faccia con la polizia militare, i due registi sono riusciti a creare un film di inestimabile valore storico e sociale. Dall’occupazione della Sorbonne avvenuta il 6 maggio del 1968, passando per le sequenze che immortalano le brasserie in fiamme, dalla violenza inaudita della CRS (la polizia di stato) nel quartiere latino, fino alle immagini degli scioperi dei lavoratori nelle fabbriche parigine, il documentario raccoglie trasversalmente una serie di testimonianze eccezionali di persone e di luoghi comuni – e proprio per questo storici – capaci di evocare, a cinquant’anni di distanza, nuove considerazioni sull’anno delle contestazioni.

 

” L’île de Mai” di Kebadian e Andrieu al Cinema Ritrovato 2018

La rivolta operaia e giovanile imperversava nelle strade e l’occhio della macchina da presa di Kebadian e Andrieu l’ha inquadrata non perdendosi alcun dettaglio e afflato, andando a esplorarne le dinamiche dall’interno, tra le infinite assemblee prima delle occupazioni e manifestazioni, seguendo la sensazione di vivere una particolare rivoluzione d’ottobre, stando alle parole appassionate di Kebadian. L’occupazione della Sorbona è stato senza dubbio uno dei momenti di maggiore concitazione, filmato dai due registi “come se fosse un sogno”, con la loro cinepresa che era lì, davanti agli studenti in corsa e alle barricate durante le caldissime notti di maggio.